PICCOLA BIBLIOTECA DEI LUOGHI LETTERARI

Volume VI

Leonardo Sciascia

Sicilia

Euro 20,00 - pp. 32 - 500 copie numerate - carta Zerkall Bütten
caratteri Garamond monotype corpo 12
formato cm 13,00 per 12,50

Copertina

Aggiungi al carrello

Una domenica d'estate, mentre si trova a Milano, in una stanza d'albergo, Leonardo Sciascia scrive della Sicilia. Ritorna agli anni d’infanzia: l'aria impregnata di zolfo di Racalmuto e il sapore delle sarde che vi si cuocevano dentro. La memoria poi ricostruisce i viaggi nell'isola: Agrigento "dove era nato uno scrittore delle cui cose folli tutta l'Italia e tutto il mondo parlava", Palermo, città in cui lo stupore e la meraviglia che sa destare più si concentrano nel palazzo dei Normanni, nella sala dei Viceré. E ancora Messina, Catania; Siracusa sopra le altre, “ stupenda nelle cose, civilissima nella gente”. Un atto d’amore verso l’isola che solo a distanza può essere intero, totale, senza "controparte di insofferenza, di risentimento, di avversione" verso tutto quello che in Sicilia c’è "di vecchio, di stupido, di tremendo".


Caricamento
Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti per le sue funzionalità e per analizzare le tue abitudini di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetta